Ribollita Toscana

Tempo di preparazione: 48 ore
Tempo di cottura: 2 ore 30 min
Pronto in: 2 giorni

La ribollita è senza dubbio uno dei miei piatti preferiti…cosa c’è di meglio di una gustosa e rincuorante zuppa calda dopo una lunga giornata invernale?

Piatto tipico della tradizione contadina toscana è conosciuto e apprezzato per la sua varietà di verdure e la semplice bontà con cui si presenta al palato. Il nome ‘ribollita’ deriva dal fatto che un tempo le contadine preparavano grandi quantità di questa minestra, soprattutto al venerdì, in modo da essere riscaldata nei giorni seguenti più e più volte.

Seppure piatto molto semplice nella sua realizzazione richiede una lunga preparazione, quindi deve essere programmata soprattutto per chi non ha molto tempo da perdere e deve ottimizzare al massimo i millesimi di secondo 🙂

Gli ingredienti fondamentali sono i fagioli (borlotti, toscanelli o cannellini), il cavolo nero, il pane raffermo -meglio se toscano – e le patate.

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 400 gr. di cavolo nero
  • 200 gr. di fagioli cannellini secchi
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 porro
  • 1 costa di sedano
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 pomodori
  • 1 patata
  • 4 fette di pane toscano raffermo
  • brodo vegetale
  • olio extra vergine d’oliva
  • 1 rametto di timo
  • 1 rametto di rosmarino
  • sale e pepe

Procedimento

  1. Mettete a bagno i fagioli in acqua fredda per una notte. Trascorsi almeno 24 ore, scolateli e sciacquateli in abbondante acqua fredda e lessateli per almeno un’ora dall’ebollizione; salate leggermente a fine cottura.
  2. Tritate uno spicchio d’aglio con le foglie di timo e rosmarino; pulite e tagliate a dadini carota, porro, cipolla, patata, pomodori e costa di sedano, quindi rosolate tutto in una casseruola (meglio se di coccio) con due cucchiai di olio extra vergine d’oliva per 3-4 minuti. Unite il cavolo nero pulito e tagliato a striscioline, i cannellini sgocciolati, 1 litro del loro brodo di cottura. Coprite e cuocete a fiamma bassa per circa un’ora, mescolando di tanto in tanto. Spegnete, regolate di sale e lasciate riposare la zuppa per almeno una notte.
  3. L’indomani mettete a riscaldare la zuppa, regolando eventualmente di sale e pepe. Nel frattempo fate dorare le fette di pane sotto il grill per 2 minuti per parte, strofinandole con lo spicchio d’aglio e distribuitele nei piatti fondi. Versatevi la zuppa molto calda e lasciate riposare per un paio di minuti.
  4. Irrorate con un filo d’olio, spolverizzate con un’abbondante manciata di pepe e…non vi resta che farvi scaldare dal sapore unico di questo meraviglioso piatto 🙂

(Visited 26 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *